Per vendere su Facebook devi darla a tutti

Hola chico, qui è Dark Giuseppe dai Dark uffici di Barcellona e in questo articolo parliamo di come vendere su Facebook pure l’impossibile grazie all’arte di darla a tutti.

Aspèèè daii, non pensare subito male.

Lo so che sono cattivo io e ho scritto una headline fraintendibile, però non fraintendermi. Ok? 🙂

Se stai con me fino alla fine di questo articolo, ti rivelerò come ho fatto a costruirmi un business che ogni mese fattura a 5 zeri grazie a Mark Zucchero.

Prima però, voglio capire se puoi leggere questo articolo.

E devi capirlo pure tu, perché tanto tu lo devi leggere, non io 😀

Io l’ho scritto no? Ho scritto pure mi piasce lo ZUKKERO, spero mi perdonerai.

Sappi che questo articolo è rivolto a imprenditori o a liberi professionisti che la sera vivono il DRAMMA:

  • di non veder arrivare clienti sulla porta del negozio o nell’autorisponditore (uno strumento con cui si monitorano i clienti acquisiti online);
  • di avere il conto in banca sotto zero perché i clienti NON PAGANO, o perché i COSTI superano le ENTRATE;
  • di non poter pagare gli stipendi ai propri dipendenti, e quindi vivono con l’angoscia che da un momento all’altro l’attività fallisca perché il personale li abbandoni;

Se ti ritrovi in almeno uno di questi punti allora resta qui, perché sto per svelarti il concetto che mi ha salvato il culetto quando ho iniziato a vendere su Facebook e che mi ha permesso di fatturare a 5 zeri, ogni santissimo mese.

Ovviamente all’inizio non è stato così facile neanche per me, non conoscevo L’INGREDIENTE SEGRETO che ti permette di vendere su Facebook, indipendentemente da quale prodotto vendi!

Oeeeee Dark ma che stai a dìììì, tu vendi informazioni e grazie al piffero che
riesci a vendere su Facebook!

Eh no, eh no.

Con quello che sto per dirti riuscirai a vendere su Facebook come un dannato sia se vendi porte in legno, sia se vendi informazioni, sia se vendi vacanze ai Caraibi ai pinguini.

Scusa per questa brutta foto, davvero

Scusa per questa brutta foto, davvero

Grazie a quello che sto per dirti puoi vendere TUTTO TUTTO, anche se pensi che i tuoi prodotti fanno schifo e non aiutano nessuno.

Puoi vendere pure i tuoi prodotti schifosi!

Dai a parte gli scherzi, se il tuo prodotto fa schifo rifallo, e che ca…

O almeno sappi che poi dopo che vendi i tuoi clienti non tornano più da te.

Io preferisco vendere cose belle che le persone amano, come Copy Pratico ad esempio.

[Dave: Il corso Copy Pratico spacca]

Comunque non perdiamoci in Copy chiacchiere, e andiamo subito a vedere il VERO SEGRETO per vendere su Facebook, anche se il tuo prodotto fa schifo (se fa schifo vai a rifarlo plis).

Il segreto per vendere su Facebook che la maggior parte degli imprenditori ignora e che ogni mese ti fa fattura a 5/6 zeri è
DARLA A TUTTI (L’INFORMAZIONE).

Sei un venditore online? Devi dare informazioni.

Informazioni di qualità.
Informazioni che puoi dare solo tu.
Informazioni che ti differenziano dal resto del mondo.
Informazioni che fanno battere il cuore delle persone.
Informazioni che tutti aspettano e che non vedono l’ora di leggere\guardare\ascoltare\condividere.

Per vincere la battaglia del conto in rosso e dei clienti che non ti pagano, DAI PRIMA DI CHIEDERE.

Voglio essere diretto con te, perché se mi avessero detto queste cose all’inizio mi sarei evitato un bel po’ di errori e problemi.

Il problema della maggior parte degli imprenditori italiani è che pretendono che i clienti acquistino il loro prodotto solo perché:

  1. l’hanno fatto loro
  2. è buono
  3. l’hanno fatto loro

E che succede quando un imprenditore prova a vendere il suo prodotto su Facebook, secondo te?

Succede che non lo vende. Easy.

Perché?

Perché pensa a vendere il suo bel prodottino carino carino anziché a dare valore alle persone.

Pensa a chiedere prima di dare, e come dice il vecchio maestro Oogway nel film Kung Fu Panda 3:

“Quand’è che capirai? Più tu prendi, meno hai” – Oogway

La maggior parte degli “online marketers” pensano di vendere su Facebook solo perché hanno un bel prodotto o perché la loro pubblicità è bella.

E che io mi incazzo di solito quando penso a questi qua.

Quando penso a quelle ca**arola di agenzie creative che buttano su Facebook frasi strane e scritte colorate pensando che “se ci metto un pizzico di arancione qui allora vende”. Io mi incazzo.

Perché poi non vendi un cazzo.

E se non vendi un cazzo poi non mangi.

E non mangiano quelli sotto a te.

Quindi non mi far incazzare.

Se stai pensando di assumere un creativo per vendere su Facebook e farti fare la pubblicità, è meglio che inizi a vendere shampoo ai pelati,
ci fai più bella figura.

Facebook è sovraffollato, Instagram è sovraffollato, google è sovraffollato.

Non gliene frega niente a nessuno di QUANTO è bello il tuo prodotto o la tua inserzione.

Alla gente gliene frega di se stessa, non di te. Lo vuoi capire?

Un potenziale cliente che scrolla la bacheca vuole di solito 3 cose:

  1. Divertirsi
  2. Svagare la mente
  3. Trovare informazioni che gli potrebbero servire nella vita (forse e se proprio deve)

Un potenziale cliente non è scemo, fiuta a distanza.

È come un cane da tartufo.

Appena sente l’odore di inserzioni kreative e kolorate (pure se non ha la minima idea di cosa siano delle inserzioni e a cosa servano) SCAPPA su Instagram.

Perché su instagram si diverte, svaga la mente, e SE PROPRIO PROPRIO deve trova anche qualcosa di interessante.

Quindi se vuoi attirare la sua attenzione e fargli capire che TU sei la persona migliore che può aiutarlo\a, devi farti notare.

E nessuno ti caga se metti colori fluo nelle tue inserzioni, scusami.

Devi farti notare:

  • per le cose che dici,
  • per come parli,
  • per quello che dai,
  • per tutto quello che riesci a regalare al mondo.

Devi dare per avere.

Ad esempio Nadia Forte, una delle mie studentesse avanzate, è riuscita ad attirare l’attenzione di centinaia di persone con dolori alla schiena, e a trasformarli in pazienti che tutti i mesi sganciano money.

E il suo studio si è riempito in pochissimo tempo.

E ogni mese deve mandare via qualcuno perché troppe persone vogliono parlare con lei, mentre la fisioterapista della porta accanto spera che qualche paziente rifiutato da Nadia la noti e entri nel suo studio.

Come ha fatto Nadia ad attirare l’attenzione di così tante persone e come puoi fare tu a NON diventare la fisioterapista accanto del tuo leader di settore?

Con le parole.
Con le informazioni.
Con i video e con gli articoli.

Facendo sentire capire le persone e regalandogli anche contenuti GRATUITAMENTE, come sto facendo io con te in questo articolo e negli altri che puoi andare a leggere gratis.

Poi ovviamente se vuoi diventare un copywriter cazzuto che vende pure i chiodi allora devi studiare e farti il culo.

Devi iniziare un percorso di formazione in cui OGNI GIORNO ti metti in discussione e impari, come quando decidi di andare all’università e di fare il medico.
Tutti i giorni devi studiare medicina.

Se vuoi fare il venditore, tutti i giorni devi studiare copy. E se vuoi iniziare, ho una mezza idea pratica: http://app.darkgiuseppe.it/copypratico1

[Il Segreto è focalizzarsi solo su un problema e spiegargli come risolverlo grazie al copy]

Mi credi adesso?

Mi credi che il settore non è importante, ma conta solo quello che esce dalla tua bocca e che attraversa il cuore delle persone a cui vuoi vendere qualcosa?

Lo so che non mi credi ancora, lo so.

È per questo che voglio farti ascoltare le parole di Raffaele, avvocato e formatore, che in solo 1 anno da quando ha iniziato a vendere su Facebook ha quadruplicato i suoi clienti.

[Grazie a Dark Giuseppe ho QUADRUPLICATO in 1 anno i miei clienti]

Raffaele è una bomba.

In pochissimo temo da quando ha iniziato a vendere su Facebook i suoi prodotti ha ottenuto dei risultati che la maggior parte degli avvocati non otterrebbe neanche in una vita intera.

Solo grazie al copy.
Solo imparando a comunicare in modo da:

  • attirare l’attenzione dei tuoi potenziali clienti;
  • creare fan;
  • convertirli in clienti paganti;

e a te piacerebbe riuscire a vendere su Facebook il tuo prodotto, facendoti amare dalle persone e alzando il tuo fatturato fino a 5 zeri al mese?

Puoi iniziare da subito basta conoscere il copywriting,
l’arte dello scrivere per vendere.

E non solo serve conoscere il copy, ma serve conoscere il copy che SPACCA OGGI, nel 2018.

Perché il copy che funzionava prima non è quello che funziona adesso.

Devi imparare nuove regole e giocare a quelle, altrimenti rischi di essere sempre 100 passi indietro del bambino di turno che si mette a recensire giocattoli su YouTube e guadagna 11 milioni di dollari all’anno.

Parlo di Ryan ToysReview, un bambino americano di 6 anni che ha un canale youtube con più di 16 milioni di iscritti e che nel 2017 ha guadagnato 11 milioni di dollari recensendo giocattoli.

Per scoprire come catturare l’attenzione, creare fan e convertire tanti tanti clienti, clicca qui e entra in Copy Pratico, il primo corso pratico sul Copywriting in Italia che funziona OGGI -> http://app.darkgiuseppe.it/copyp1

Se vuoi partire dai contenuti gratuiti, scarica subito i 3 Dark Video Gratuti su come“Scrivere per Vendere Online”:

https://copy.darkgiuseppe.it/optin-mail

Io ti aspetto,

Un Dark Abbraccio, Dark Giuseppe.

Leave a Reply